Il mio Profilo Biografico

Presentazione di Fiorella Rustici

Fiorella Rustici è nata nel 1955 in Toscana, a Campiglia Marittima. Nel 1978, mentre ancora lavorava in ospedale come Tecnico di Radiologia, ha iniziato la sua ricerca indipendente sul funzionamento della mente in relazione alla coscienza spirituale.

La sua motivazione a condurre questa ricerca è maturata proprio durante il lavoro quando, a contatto con i malati terminali, parlava con loro nei momenti in cui le radiografie venivano sviluppate o mentre aspettavano che l’infermiera del reparto venisse a prenderli. Li ascoltava nella loro sofferenza non solo fisica ma anche spirituale, dovuta alla forte consapevolezza che la loro coscienza[1] aveva sviluppato via via che il corpo deperiva energeticamente e si rendevano conto di aver vissuto la vita, fino a quel momento, con la coscienza come anestetizzata. Questo accadeva perché vedevano in modo diverso i propri ricordi e distinguevano davvero soltanto allora, a pochi mesi dalla morte, le cose giuste da quelle sbagliate che avevano fatto durante l’arco della loro vita. Ciò mandava in crisi Fiorella, perché sapeva già allora che è la mente con i suoi meccanismi che impedisce alla coscienza di svilupparsi durante la vita “da sani”.

Le forti crisi esistenziali dovute al crollo delle illusioni che questi malati si erano dati nella vita e che non avevano permesso alla loro coscienza di venir fuori, unite alla consapevolezza di non aver più tempo ed energie sufficienti per mettere a posto le situazioni della loro vita, davano luogo a un dolore devastante che Fiorella percepiva e che la faceva sentire incapace di aiutarli. Trovava ingiusto che solo vicino alla morte avesse luogo nella coscienza umana questo sviluppo del livello di consapevolezza, quando sarebbe stato importante che ciò avvenisse prima, durante tutto l’arco della vita, così da poter vivere con una coscienza sveglia e consapevole, con serenità, amore, etica, responsabilità e giustizia verso se stessi e gli altri.

Fiorella era già allora una persona particolare per via di alcune esperienze che l’avevano resa consapevole di molte sue vite passate e dell’importanza di conoscere come funziona la mente, perché si era accorta che tendiamo a ripetere sempre i medesimi comportamenti e atteggiamenti e a riprodurre le stesse situazioni e gli stessi conflitti, oltre che ad avere i medesimi fallimenti. Così la sua ricerca non si è fermata a scoprire il funzionamento delle meccaniche mentali[2] che si attivano durante la giornata e approfonditamente descritti nel libro Fai funzionare bene la Mente ma è andata più in profondità, poiché lei aveva già anche compreso che la mente è molto più antica di quello che si potrebbe immaginare. Ha descritto il risultato delle sue ricerche sul passato profondo all’interno del libro E Dio creò la Mente, un testo più complesso rispetto ai suoi altri e che proprio per gli argomenti trattati va studiato e non soltanto letto: dalla nascita delle prime meccaniche mentali dell’energia messa in esistenza, che ha dato origine alla prima Mente Universale, fino al primo Big Bang e ai successivi, per ad arrivare ai giorni nostri passando per i Creatori di Mondi, i significati duali dell’esistenza e molto altro.

Negli anni Ottanta del secolo scorso Fiorella ha vissuto un’esperienza di pre-morte che le ha permesso di capire bene come si sente una persona che sta per morire e quale aiuto le si può dare. Inoltre ha visto e compreso con molta precisione le varie dimensioni della morte, sia quelle superiori ed evolutive che contengono gli esseri di luce, le gerarchie angeliche e i maestri spirituali, sia le dimensioni e i mondi inferiori e negativi, in cui vivono entità animali mostruose e demoni e dove vanno a finire le nostre parti di anima non evolute spiritualmente, collegate alla mente animale inferiore. Ha descritto una parte di ciò che ha compreso nel libro Morte e dintorni, in cui sono presenti molte indicazioni per assistere chi sta per lasciarci e superare il lutto. Della morte parla inoltre approfonditamente in diversi corsi, gli argomenti dei quali non sono ancora contenuti in nessuna pubblicazione.

Nel 1986 ha cominciato a dare una struttura organizzata ai risultati delle sue ricerche che, nel tempo, sono sfociati nel Metodo Fiorella Rustici® per diffondere il quale conduce corsi e stage residenziali, tiene conferenze, partecipa a convegni italiani e internazionali. Eroga inoltre, sia direttamente sia attraverso persone da lei specificamente preparate, dei colloqui di consapevolezza individuali attraverso i quali le persone possono osservare il funzionamento delle meccaniche mentali e il contenuto dei propri ricordi consci e inconsci, recenti e remoti.

Ha scritto i seguenti libri:

“Morte e Dintorni. Consigli pratici per evolversi, prima, durante e dopo l’ora X” (Hermes Edizioni, 2014), edizione aggiornata di “Morire senza Paura”
“Come la Mente Genetica condiziona il rapporto di coppia” (Macro Edizioni, 2010)
“E Dio creò la Mente” (Macro Edizioni, 2008)
“Morire senza Paura” (Hermes Edizioni, 2005)
“Fai funzionare bene la mente” (Macro Edizioni, 2003)
“Genetica e coscienza Spirituale” (Edizioni ATC, 1995)
“Il Karma come sconfitta spirituale” (Edizioni ATC, 1991)
“IL cancro dell’Essere” (Edizioni ATC, 1989)

[1] Definizione di “coscienza spirituale” e di “consapevolezza” (riprese dal libro Fai funzionare bene la Mente). Dato che nella lingua italiana le parole coscienza e consapevolezza sono spesso utilizzate come sinonimi, è opportuno specificare con quale significato le utilizza Fiorella Rustici all’interno delle sue ricerche. Per “coscienza” intende la parte più eterea della mente della forma astrale, capace di intuire situazioni e concetti anche senza la conoscenza specifica di come funziona la mente (la forma astrale è il corpo energetico sottile distinto rispetto al corpo fisico, che ne esce quando questo muore). Per “consapevolezza” intende invece la capacità della coscienza di comprendere osservando il funzionamento della mente nella vita e in relazione a se stessa coscienza; ogni volta che la coscienza comprende qualcosa in tal senso crea attimi di consapevolezza.

[2] Definizione di meccanica mentale (ripresa dal libro Come la Mente Genetica condiziona il rapporto di coppia): “Ogni esperienza vissuta dalla materia e dall’energia, e quindi anche dall’essere umano, è registrata sotto forma di copia dentro la mente. In seguito la mente, ogni volta che riconosce nell’ambiente qualcosa di simile all’esperienza copiata, la fa ripetere automaticamente. La copia è la meccanica mentale che, ripetendosi continuamente, crea uno schema mentale automatico e senza coscienza alcuna. Le meccaniche mentali sono alla base di tutto ciò che compone l’esistenza e funzionano per tutti alla stessa maniera. Nel testo Fai funzionare bene la Mente Fiorella Rustici analizza come funziona la mente attraverso la descrizione delle sue meccaniche principali, che intervengono nella nostra vita di ogni giorno e di cui subiamo gli effetti regolarmente se non le conosciamo”.

Translate »

In questo sito Web utilizziamo strumenti nostri e di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul vostro dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (technical cookies), per generare report di navigazione (statistics cookies) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (profiling cookies). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore Cookie policy